Come organizzare un matrimonio da soli e in modo economico: 5 passi

agenzia matrimoniale la perla

Organizzare un matrimonio senza un’agenzia è abbastanza possibile, e se volete provare la vostra mano, i nostri organizzatori forniscono alcuni consigli pratici. Il giusto approccio vi permetterà di risparmiare correttamente!

Come puoi organizzare un ricevimento di nozze che delizierà e delizierà i tuoi ospiti senza pagare troppo? Questa domanda preoccupa molte coppie che stanno per sposarsi. Da dove cominciare e su cosa concentrarsi? Ottieni risposte a queste e altre domande dai nostri esperti.

Un piano d’azione

Scala del matrimonio e tempi

Budget e selezione della squadra

Su cosa non si può risparmiare

Consigli utili

Piano d’azione

Prima di iniziare a organizzare la festa, dovete pensare bene al vostro piano d’azione, perché le decisioni sconsiderate sono gravide non solo di nervi frustrati, ma anche di costi aggiuntivi. La wedding planner agenzia matrimoniale la perla Sasha Mozgel consiglia innanzitutto di fare una lista di controllo. Prima di farlo, non intraprendere alcuna azione, perché qualsiasi processo consiste di passi consecutivi, riorganizzane uno o due e il quadro comincerà a sgretolarsi. “La prima cosa che consiglierei è di fare una lista di controllo. Perché molti stanno iniziando, per esempio, inviare inviti non hanno ancora approvato il concetto con il decoratore. E dopo tutto, è possibile prescrivere una tavolozza, informazioni aggiuntive sul matrimonio, hashtag, e così via. E una volta i ragazzi si sono dimenticati di includere una torta nuziale nel preventivo con i costi, e per 60 persone è una cifra abbastanza decente”. Come potete vedere, mentre nel primo caso gli sposi hanno dovuto affrontare ulteriori domande da parte degli invitati che avrebbero potuto essere evitate, nel secondo c’è stata una perdita finanziaria molto reale.

“Sulla base della lista di controllo, puoi guardare il tuo matrimonio come dall’esterno (cosa che a volte è molto difficile per le spose), presentarlo come un unico progetto, capire cosa fare dopo cosa. Per l’organizzatore, l’immagine si forma da sola, è anche una questione di esperienza”, continua Sasha. “Sulla base della lista di controllo, si fa un preventivo: è meglio avere un google drive e dare un link allo sposo e a tutte le persone coinvolte, così si possono sempre fare delle revisioni insieme. Elaborando una stima generale, si può capire che la stessa quantità di budget può essere distribuita in modi diversi. Poi nel preventivo dovete sottolineare ciò che è importante per voi, per la vostra coppia”.

Scala della celebrazione e tempi

Uno dei principi fondamentali per ottimizzare il budget, oltre a facilitare il processo organizzativo, è, ovviamente, ridurre la lista degli invitati. Pensate a chi volete davvero vedere al vostro matrimonio, cancellate tutte le persone che “dovete” invitare perché lo dicono i genitori o i parenti.

Oggi, i matrimoni in camera stanno diventando sempre più popolari perché l’atmosfera familiare e il calore delle relazioni umane stanno diventando una delle tendenze principali del matrimonio. Essendo nel rumore eterno dell’informazione, sempre più coppie preferiscono il conforto emotivo di un giorno così importante come il matrimonio. A proposito delle principali sfumature dell’organizzazione di un evento da camera racconta il team Mermaid Art.

Quindi, prima di tutto: prima iniziate a prepararvi, meglio è. Anche con un organizzatore, ci vogliono dai 4 mesi in su per preparare un piccolo evento di qualità. “Se avete l’opportunità di assumere un coordinatore di eventi, è meglio non lasciarsela sfuggire, perché faciliterà molto la vita sia a voi che ai vostri ospiti durante la giornata”.

A proposito di ospiti. Cercate di capire che tipo di ospiti ci saranno alla celebrazione, e a seconda di questo, scegliete un presentatore o solo un DJ. A volte gli ospiti sono così familiari tra loro che la necessità di un presentatore scompare da sola, e a volte, al contrario, si ha bisogno di una persona che rimodelli tutti. Il ruolo del padrone di casa alla festa è difficile da sopravvalutare, quindi scegli un professionista!

Dividere e… rendere la vita più facile a tutti – per parafrasare le famose parole, aggiungiamo altri due consigli per aiutarvi a organizzare un matrimonio che tutti saranno felici di ricordare. Per prima cosa, separate il ricevimento di nozze e la celebrazione. “In questo modo, la celebrazione sarà più intima e memorabile, e non ci sarà un ritardo nei tempi, rendendo molto più facile l’organizzazione da soli”. In secondo luogo, se possibile, dividete le zone del locale in modo che chi è stanco abbia la possibilità di allontanarsi dal rumore in un punto appartato e viceversa.

Più spesso che no, è nella tempistica che le spose indipendenti commettono errori, continua l’organizzatrice Sasha Mozgel. “Non pianificate una levataccia, il giorno del matrimonio è molto impegnativo e attivo. Se l’anagrafe e il banchetto sono previsti lo stesso giorno, e volete avere ospiti nell’anagrafe, allora scegliete un orario comodo, un’ora o due prima del banchetto, tenendo conto della strada. Stabilisci la logistica dei trasporti, tenendo conto degli ingorghi in cui sia tu che i tuoi ospiti potete trovarvi. Per molte coppie, il momento ideale è quello di prepararsi, avere la cerimonia e il banchetto in un solo posto, senza la seccatura e il fastidio di spostarsi; prendete nota di questo, renderà anche le cose più facili.

Come organizzare un matrimonio da soli e in modo economico: 5 passi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll to top